Le opere di Venanzo Crocetti a Roma. Studio di un patrimonio diffuso eBook

Rallydeicolliscaligeri.it Le opere di Venanzo Crocetti a Roma. Studio di un patrimonio diffuso Image
DESCRIZIONE

La pubblicazione di Cecilia Paolini, realizzata in collaborazione con la Fondazione Venanzo Crocetti, ricostruisce l'intero catalogo delle opere che Venanzo Crocetti eseguì a Roma e per Roma, tramite un doppio binario di studio: la ricostruzione storica, attraverso l'analisi delle fonti e dei documenti dell'epoca, e l'analisi stilistica, grazie a un percorso di confronto con l'evoluzione del linguaggio artistico di Crocetti stesso e in parallelo con i grandi maestri di primo Novecento, quali Martini e Fortuny. Il lavoro di ricerca è stato sistematico anche da un punto di vista documentaristico, ed è stato concepito con l'obiettivo di sistematizzare il patrimonio di fonti storiche legato alle committenze e alle richieste collezionistiche ricevute dal maestro. Una catalogazione critica fondamentale per comprendere l'importanza dell'opera del maestro nella sua città di elezione, luogo nel quale Crocetti stabilì il proprio studio che egli stesso trasformò in museo negli ultimi anni della propria vita.

Le opere di Venanzo Crocetti a Roma. Studio di un patrimonio diffuso PDF. Le opere di Venanzo Crocetti a Roma. Studio di un patrimonio diffuso ePUB. Le opere di Venanzo Crocetti a Roma. Studio di un patrimonio diffuso MOBI. Il libro è stato scritto il 2020. Cerca un libro di Le opere di Venanzo Crocetti a Roma. Studio di un patrimonio diffuso su rallydeicolliscaligeri.it.

AUTORE
Cecilia Paolini
ISBN
9788885431270
DATA
2020
SCARICARE
LEGGI ONLINE

PDF Redazione: Via Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT) - Tel. 06 ...

il personale del Museo Crocetti ringrazia per l'attenzione prestata alle iniziative culturali organizzate nelle nostre sale e augura BUONE FESTE!!!

Le opere di venanzo crocetti a roma. studio di un ...

Il "Museo Venanzo Crocetti" accoglie le opere realizzate dallo scultore in un arco temporale di oltre settant'anni di attività creativa. Vi sono esposte novanta sculture in bronzo e una di marmo, due dipinti su tela e quindici tra disegni e tecniche miste su carta, databiti dal 1930 al 1998.

LIBRI CORRELATI